Ieri, lunedì 13 maggio, si è aperta ufficialmente la 32esima edizione della rassegna Teatro in classe, una tradizione delle scuole di Pioltello.

Teatro in classe che parla di pace

Come ogni anno la rassegna ha un tema che viene proposto alle scuole dell’Amministrazione comunale in sede di Piano del diritto allo studio. Quest’anno è stato scelto il tema della pace, anche in collaborazione con la Rete della pace di Pioltello. L’onore (ed onere) di aprire le danze è spettato ai bambini delle terze e quare elementari delle scuole di via Molise e della Media Mattei – Di Vittorio.

Tra le più antiche di Lombardia

L’evento, promosso dallo storico direttore artistico Maurizio Barbarello, è ormai diventata una tradizione della città che ha visto esibirsi sul palco della sala consiliare di piazza dei Popoli migliaia di  bambini pioltellesi. “Stiamo parlando di una delle rassegne più antiche della Lombardia, in cui i nostri figli smettono i panni di studenti per diventare dei veri e propri artisti”, ha commentato il sindaco Ivonne Cosciotti.

Leggi anche:  "Adotta un giusto" premio nazionale alla classe delle medie di Pioltello

A sostegno delle associazioni

“Il teatro è uno  strumento espressivo che permette di migliorare la socializzazione, è il linguaggio dell’integrazione e dell’uguaglianza – ha commentato l’assessore all’Istruzione Gabriella Baldaro – I ragazzi hanno bisogno di interagire tra di loro e di condividere i valori che vengono veicolati attraverso un percorso che dura per l’intero anno”. Anche quest’anno, poi, la scelta di sostenere un’associazione  dandole possibilità di raccontare le proprie attività di fronte al folto pubblico in sala. Scelta che per quest’anno è ricaduta su Auser.

Leggi: il programma completo della rassegna.

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.