La 92 formalmente non si è mossa da via Italia, ma ha trasportato i bambini di Gorgonzola sino al Polo Nord dove hanno potuto incontrare Babbo Natale, abbracciarlo e consegnargli la loro letterina.

Babbo Natale torna con la Pro Loco

Un appuntamento imperdibile quello con il Babbo Natale della Pro Loco. Ieri, martedì 12 dicembre, il sodalizio di Gorgonzola ha organizzato il tradizionale appuntamento con Santa Claus. Stavolta, però, invece della tradizionale casetta in legno, i bimbi sono stati ospitati all’interno del vagone del tram 92 “parcheggiato” di fronte al Municipio. Ed è bastata un po’ di fantasia per volare sino al Polo Nord, la casa degli elfi, delle renne e, ovviamente, del “nonno” più amato al mondo.

Un Santa Claus… nuovo

Ascoltate le fiabe di San Nicola e consegnata la letterina, i bimbi hanno potuto fare merenda con fette biscottate, marmellata e tè caldo offerto dalla Pro Loco. Il solito successo, la solita calca di bimbi, le solite lacrimuccie dei più piccoli intimiditi dalla folla… un diverso Babbo Natale. Sì perché quest’anno dietro la barba (finta) si nascondeva un volto nuovo, quello di Franco Levati. Dopo 4 anni di onorato servizio Bruno Giussani si è dovuto prendere una pausa per motivi di salute: un’operazione l’ha bloccato in ospedale.

Leggi anche:  Cade in un tombino in piazza, ferita trentenne FOTO

Attraverso le pagine del nostro giornale, in edicola sabato, “Brunino” ha raccontato cosa significhi indossare i panni di Santa Claus e ha fatto gli auguri a tutti i bambini.