Il trapianto capelli è il metodo più efficace per porre rimedio alla calvizie e al diradarsi dei capelli e per tornare a piacersi come una volta. In questo campo la tecnologia sta facendo passi da gigante. Sono numerose le tecniche utilizzate, come ci ha spiegato il dottor Abdulaziz Balwi, medico specializzato da oltre 7 anni nel campo della chirurgia estetica. Il dottor Balwi opera in Turchia nella clinica di  Elithairtransplant, struttura confortevole e all’avanguardia che offre i suoi servizi a un pubblico nazionale e internazionale. Le tecniche sono all’avanguardia nonostante i costi in Turchia siano molto piú bassi rispetto a quelli che dovrebbero essere sostenuti in Italia per la stessa prestazione medica.

Trapianto capelli

FUT vs FUE

Quella considerata oggi la tecnica “base” per il trapianto capelli è la Follicular Unit Extraction (Estrazione di Unità Follicolari, abbreviato FUE). È un metodo molto efficace e sicuro, scelto da tantissimi pazienti. Il dottor Balwi utilizza la tecnica di trapianto di capelli con il metodo FUE dall’inizio della sua carriera. Consiste nel prelevare i capelli uno per volta da una zona “donatrice”, per poi innestarli, attraverso uno speciale strumento cavo, nell’area che si intende rinfoltire. Ogni incisione produce una micro cicatrice rotonda in forma di piccolissimi puntini. Il risultato finale sarà con chioma uniforme e senza cicatrici visibili.

La tecnica FUE ha “sostituito” la FUT, più retrograda e ormai superata. Consisteva nel prelievo di una striscia di cuoio capelluto dall’area posteriore del capo, da cui venivano presi i bulbi. In seguito la striscia di pelle veniva ricucita sul capo, lasciando però delle cicatrici.

Le diverse tecniche per il trapianto capelli

Alla tecnica FUE si sono affiancati negli ultimi anni anche il metodo DHI e il metodo zaffiro. Approfondiamo brevemente queste due tecniche all’avanguardia che da poco tempo vengono applicate anche in combinazione.

Trapianto capelli con la tecnica DHI

Il metodo DHI (Direct Hair Implant) consente di ottenere risultati naturali ed efficaci, essendo una delle procedure di trapianto di capelli più recenti e moderne. Maggiore densità capillare, maggior controllo della direzione di crescita dei capelli e tempi di guarigione molto più veloci sono i vantaggi più immediati.

Leggi anche:  Il centro storico di Melzo si trasforma in un museo a cielo aperto

La particolarità di questa tecnica consiste nell’impiantare nell’area ricevente il follicolo estratto, immediatamente dopo l’estrazione. In questo modo le sostanze nutritive vengono a mancare al capello per un lasso di tempo il più breve possibile, determinando un tasso di crescita significativamente maggiore. Questo processo richiede più tempo ed é possibile trapiantare un numero limitato di unità follicolari. Per sapere se il processo è adatto per il paziente, la clinica Elithairtransplant fornisce un’analisi gratuita dei capelli e un preventivo personalizzato in base al numero di follicoli richiesti da ciascun caso.

Trapianto capelli

Il metodo percutaneo Zaffiro

In questo caso l’estrazione delle unità follicolari viene eseguita con la stessa procedura del metodo FUE. Utilizzando, cioè, aghi cavi di diametro 0,6-0,9 mm e un micromotore regolabile. Con questo metodo, però, il dottor Balwi utilizza speciali aghi con lame zaffiro, invece dei tradizionali aghi in titanio. Si tratta di una delle innovazioni più all’avanguardia nel settore del trapianto capelli. Per essere continuamente aggiornati, infatti, il Dr. Balwi e il team medico di Elithairtransplant effettuano corsi di formazione per lo sviluppo di competenze di alto livello. Di recente si sono recati in Malesia e Kuwait per alcuni congressi di medicina.

Un team esperto che cerca di proporre ai propri pazienti delle soluzioni sempre più innovative e moderne. Gli specialisti del trapianto sono sempre a disposizione con le tecniche all’avanguardia e la loro esperienza. Non solo il dottor Balwi è assistito da un team medico esperto, ma è anche supportato da un team di consulenti multilingue a disposizione 365 giorni l´anno. Per maggiori informazioni, consultate il sito di Elithairtransplant.