Tre morti per legionella: il batterio non è nell’acquedotto. I prelievi e le analisi eseguite dal Gruppo Cap ne hanno escluso la presenza. Ma la conta dei decessi sale.

Legionella: tre i morti

Sono già tre gli anziani (due 90enni e un 80enne) deceduti dopo aver contratto la legionella. E sono 18, invece, i pazienti sotto cura e infettati dal batterio, ricoverati tra il Bassini di Cinisello Balsamo e l’ospedale Niguarda di Milano.

Le analisi sull’acquedotto

Gruppo Cap, gestore del servizio idrico della Città Metropolitana di Milano, ha già effettuato 13 prelievi dalla cui analisi si esclude la presenza del batterio in acquedotto. “Le analisi continuano estendendo il raggio d’azione”, spiegano dalla società, che da Bresso – epicentro di quella che sta assumendo purtroppo i contorni di un’epidemia – allargherà il perimetro alle vicine Cusano Milanino e Cormano.