Trezzano Rosa ha presentato i progetti dei ragazzi della scuola “Ilaria Alpi” nell’ambito della First Lego League

Trezzano Rosa omaggia i suoi studenti

Prima Genova, poi Roma e, infine, l’apoteosi a Trezzano Rosa. Per i ragazzi della scuola “Ilaria Alpi” che hanno elaborato un progetto scientifico e uno di robotica non sono mancate, negli ultimi tempi, le soddisfazioni. Mercoledì sera i componenti delle due squadre «H2O Creators» e «Lego of water», accompagnati dai loro docenti Giuseppe Vullo e Andrea Mangiagalli, hanno presentato i loro progetti a Villa Ida, suscitando l’entusiasmo e il sincero apprezzamento per quanto avevano saputo realizzare, di genitori, parenti, amici e autorità presenti come i sindaci di Trezzano e Grezzago, Daniele Grattieri e Vittorio Mapelli.

Ricevuti al ministero

Per i ragazzi della “Alpi”, una sorta di ciliegina sulla torta dopo i successi ottenuti con i loro progetti a Genova, nell’ambito della First Lego League e sopratutto dopo essere stati ricevuti al Miur, il ministero dell’Istruzione, proprio per presentare i loro elaborati. Il progetto elaborato dai “Lego of water” ha portato, invece, alla realizzazione di un robot, a basso impatto ambientale, studiato per risolvere uno dei grandi problemi degli oceani: le isole di plastica. Quello messo a punto dalla “H2O Creators”, è un progetto legato alla fitodepurazione, ovvero un processo di depurazione dell’acqua utilizzando piante e microrganismi, ideale per portare acqua pulita nei Paesi dove c’è carenza di “oro blu”.

Leggi anche:  Sarà un weekend con nuvole e pioggia PREVISIONI METEO

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE