Carroccio segratese all’attacco sulla decisione di realizzare un giardino a fianco della moschea mentre la chiesa di Lavanderie avrà solo costruzioni.

“Moschea e chiesa, pari dignità”

Critiche a pioggia della Lega di Segrate in merito ai prossimi progetti, che prevedono un giardino a fianco della moschea di via Fratelli Cervi mentre vicino alla chiesa di Lavanderie sorgerà un piccolo centro commerciale. “Sconcerta l’idea che venga tolto del verde a contorno di un edificio cristiano cattolico, cementificando attorno, e per contro venga arredato un giardino a contorno di un edificio religioso islamico – hanno detto i referenti – Vorremmo fosse data pari dignità ai due luoghi se non altro per sottolineare che l’Europa di cui tanto ha nella sua storia e nella sua gente il cristianesimo come base fondante. Stanno forse cambiando i valori?”.

L’Amministrazione rigetta le accuse

Per l’Amministrazione guidata dal sindaco Paolo Micheli la questione “è la solita propaganda della Lega che fomenta odio e divisioni per spostare l’attenzione dal fatto che il via libera alla costruzione l’avevano dato loro quando erano al Governo”.
Tutti i dettagli sul numero della Gazzetta della Martesana in edicola e online da sabato 11 maggio 2019.

Leggi anche:  Cancro Primo Aiuto premia i direttori generali di agenzie e aziende sanitarie

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.