Durante le celebrazioni per il 25 Aprile il primo cittadino di Inzago si è scusato.

25 Aprile con sorpresa

Alla celebrazione per il 25 Aprile il sindaco Andrea Fumagalli si è scusato con tutti. Per la prima volta da quando è stato eletto nel 2016 la manifestazione si è tenuta insieme all’Anpi. Soprattutto all’inizio del mandato non sono mancate critiche reciproche e tensioni, ma oggi, mercoledì, pare essere stata definitivamente sotterrata l’ascia di guerra.

“Crescendo si impara dai propri errori”

Al cimitero il primo cittadino ha recitato il suo mea culpa. “Sono orgoglioso del fatto di essere qui tutti insieme – ha detto – Crescendo si impara dai propri errori, e anche io ho imparato che ci sono valori che anziché dividere devono unire. Chiedo scusa a tutti coloro che si sono sentiti offesi dal mio comportamento precedente che non sia andato in questa direzione. Farò il possibile affinché non accada più perché il mio è un ruolo di coesione della comunità”.

Leggi anche:  Terremoto al Mugello: alta velocità interrotta VIDEO

Carro armato e mezzi militari in piazza

Molto atteso l’arrivo dei mezzi militari in piazza Maggiore. Un carro armato e due veicoli adibiti al trasporto delle truppe sono arrivati in concomitanza del corteo proveniente dal cimitero. In tanti hanno ammirato i veicoli e, soprattutto i bambini, hanno voluto una foto davanti ai mezzi.