Abusi sessuali sulla nipotina: “Se parli lo faccio anche a tua sorella”. Il 38enne è stato arrestato dalla Polizia di Stato: stava per lasciare l’Italia.

Abusi sessuali sulla nipote minorenne

Gli investigatori della Sezione Reati contro la persona del Reparto Anticrimine del Commissariato di Sesto San Giovanni hanno eseguito ieri, martedì, un’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di un 38enne di nazionalità filippina resosi responsabile di abusi sulla nipote. Violenze sessuali continue, iniziate quando la ragazzina (oggi 17enne) aveva solo 13 anni e consumate nella casa del 38enne, quando i genitori della ragazzina gliela affidavano per andare a lavorare. La minore non aveva mai avuto il coraggio di denunciare, anche a causa delle minacce che lo zio aveva avanzato nei confronti dell’altra nipote. Questo fino a giugno, quando la ragazzina (in compagnia di una parente) ha deciso di andare in Commissariato e raccontare l’atroce storia.

Stava per lasciare l’Italia

L’uomo è stato arrestato pochi giorni prima di lasciare l’Italia. Da qui l’accelerazione delle indagini. Aveva infatti iniziato a chiedere informazioni per acquistare un biglietto aereo per Manila, capitale del suo Paese d’origine. Ieri, gli agenti sestesi si sono presentati sotto casa dell’uomo, trasferitosi da poco fuori Sesto San Giovanni, in provincia di Como, aspettando che tornasse a casa da lavoro. Fa l’addetto alle pulizie. E lo hanno ammanettato, portandolo in carcere.

Leggi anche:  Blitz dei Carabinieri a scuola: droga infilata anche nei buchi dei muri