Acqua gialla dai rubinetti, a scuola con le bottigliette. Settimana difficile per l’Istituto comprensivo di Truccazzano che ha dovuto fare i conti con problemi alle tubature, poi rientrati, che hanno messo in apprensione molti genitori.

Acqua gialla dai rubinetti

Lunedì, di ritorno da scuola, alcuni bambini della primaria hanno raccontato ai genitori di non aver potuto bere dalle brocche perché l’acqua era gialla con puntini neri in sospensione. Il passaparola incontrollato ha fatto si che alcuni associassero nausee e mal di pancia dei giorni precedenti alla possibilità di aver bevuto acqua contaminata in classe.

L’intervento della scuola

Il giorno seguente, per evitare che la situazione degenerasse, la dirigenza scolastica si è attivata. E’ stata allertata Cap, l’azienda che gestisce il servizio idrico, che ha sturato i tubi e prelevato alcuni campioni. In attesa dei risultati delle analisi, la scuola ha interrotto l’utilizzo dell’acqua e autorizzato i genitori a fornire bottigliette ai figli, cosa normalmente vietata. Già martedì il colore dell’acqua era comunque tornato normale.

Leggi anche:  Rimpasto in maggioranza a Truccazzano

Nella Gazzetta dell’Adda il resto dell’articolo

Tutti i dettagli nell’edizione della Gazzetta dell’Adda in edicola e nell’edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 30 aprile 2019.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI