Aggredito e rapinato mentre si trovava in una fabbrica dismessa in provincia di Udine con un’amica. Una terribile esperienza per un giovane segratese.

Aggredito e rapinato

Notte da incubo per un 28enne di Segrate che, mentre stava facendo un sopralluogo in una fabbrica dismessa in provincia di Udine insieme a un’amica, è stato picchiato e rapinato da due persone senza fissa dimora. Il giovane è rimasto ostaggio degli aggressori finché questi non sono scappati con il suo cellulare e il portafogli.

Arrestati due nordafricani

Il fatto è successo nella notte tra sabato e domenica. Il segratese è un appassionato di urbex, “esplorazione urbana” in posti abbandonati. I carabinieri hanno individuato i due nordafricani senza fissa dimora, di 21 e 34 anni, che sono soliti occupare come riparo un container (dove sono stati trovati cellulare e portafogli della vittima) non distante dal luogo dell’aggressione. Per loro è scattato l’arresto con l’accusa di rapina aggravata e lesioni personali. Fortunatamente l’amica era riuscita a scappare e aveva telefonato alle Forze dell’ordine.

Leggi anche:  Intossicazioni etiliche e aggressione SIRENE DI NOTTE

Tutti i dettagli e il racconto del 28enne di Segrate protagonista della vicenda sul numero della Gazzetta della Martesana in edicola e online da sabato 11 gennaio 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.