Generi alimentari scaduti, prezzi non indicati, etichette senza indicazioni in italiano. Sono solo alcune delle contestazioni elevate dalla Polizia Locale di Cologno a un esercente cinese, multato per 8.300 euro.

Alimentari scaduti in negozio

Sabato 24 novembre, nel corso di un servizio di pattugliamento notturno, il reparto annonario della Polizia Locale ha effettuato un accesso ispettivo presso un esercizio commerciale di vicinato gestito da cittadini cinesi, che vende prodotti alimentari. Le operazioni di controllo sono iniziate alle  20.30 e si sono protratte fino alle 2 del mattino successivo, poiché sono stati controllati tutti i prodotti in vendita. Numerose le irregolarità emerse,  soprattutto in relazione alle normative a tutela della salute dei consumatori. Sui banchi di vendita, nei congelatori e frigoriferi sono stati rinvenuti prodotti alimentari scaduti, privi di etichetta, senza indicazioni in lingua italiana e senza i prezzi esposti. Per questi motivi sono state contestate al gestore violazioni amministrative per un ammontare superiore agli 8.300 euro. Sequestrate, per la successiva confisca, centosessantotto confezioni di prodotti alimentari.

Leggi anche:  Prevenzione del tumore al seno, visite gratuite a Cologno

Controlli ovunque

La Polizia Annonaria ha proseguito, nei giorni successivi, l’attività di controllo presso altri esercizi, riscontrando presso  una media struttura di vendita violazioni di carattere amministrativo. Il sindaco Angelo Rocchi commenta:

“La Polizia Locale sta fornendo un contributo importante alla sicurezza della città. In quest’ultimo caso si è trattato di un intervento con evidenti e dirette ricadute sulla tutela della salute dei consumatori colognesi, oltre che sulla regolarità dei punti vendita. Desidero esprimere il mio apprezzamento per questa attività che valorizza e qualifica sempre più i nostri vigili, e che rappresenta un ulteriore versante della Sicurezza in generale, sulla quale lavoriamo senza sosta”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI