Appalti truccati, nei guai un dipendente comunale di Vimodrone, che è stato sospeso. La Guardia di Finanza indaga su bandi da dieci milioni di euro nel Pavese.

Indagato dipendente di Vimodrone

Appalti truccati, nei guai un dipendente comunale di Vimodrone. La Guardia di Finanza indaga su bandi da dieci milioni di euro nel Pavese. Christian Leone, posizione organizzativa responsabile del settore lavori pubblici, ha ricevuto anche la misura cautelare dell’obbligo di dimora: non può lasciare Vimodrone. Il Comune lo ha sospeso: fino a quando la sua posizione non sarà chiara non lavorerà.

Appalti truccati nel Pavese

Leone è indagato per “turbativa d’asta” insieme ad altre cinque persone. I fatti risalgono a un periodo che va dal 2015 al 2017 e riguardano due paesi del Pavese, Vidigulfo e Miradolo Terme. Secondo l’accusa sarebbero stati creati dei bandi di gara e degli appalti “ad hoc” per favorire alcune aziende “amiche”, per un totale di dieci milioni di euro. L’ingegnere, in servizio da 15 anni a Vimodrone, faceva parte, come esperto esterno, delle commissioni aggiudicatrici che erano a conoscenza delle macchinazioni ma facevano finta di nulla.

Leggi anche:  Gomme tagliate ai mezzi per i disabili: è la quarta volta

L’ingegnere è stato sospeso

Il Comune di Vimodrone non è coinvolto nelle indagini e ha deciso di sospendere l’ingegnere. La Guardia di Finanza di Pavia, da cui sono partite le indagini dopo le denunce di alcune aziende escluse dagli appalti in questione, non hanno effettuato alcuna perquisizione in municipio, in via Battisti. “Forniremo, qualora ce ne fossero, tutti i documenti necessari agli inquirenti”, ha sottolineato in una conferenza stampa il sindaco Dario Veneroni.

Le rassicurazioni del sindaco

“C’è la presunzione di innocenza ma noi ci dobbiamo tutelare, così abbiamo deciso di sospenderlo come prevede il contratto di lavoro. Se ha sbagliato pagherà le conseguenze, altrimenti tornerà a far parte della macchina comunale. E’ stato lui stesso ad informarci giovedì scorso di questa situazione e abbiamo messo in campo tutti gli strumenti a disposizione del Comune”, ha spiegato Veneroni.

Il servizio completo nul numero del giornale in edicola da sabato 10 marzo.