Profumava troppo la loro automobile. E così due trentunenni domiciliati a Nova Milanese fermati dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Sesto San Giovanni sono finiti nei guai.

L’auto profumava troppo

I militari giovedì 4 luglio 2019 hanno fermato in serata un veicolo per un controllo in via Alberto da Giussano a Cinisello Balsamo. I due occupanti, un italiano e uno spagnolo (ma con residenza in Uruguai), non hanno avuto problemi a esibire i documenti. E quando i militari hanno chiesto ragione dell’odore che si percepiva nell’abitacolo i due hanno spiegato di avere acquistato delle essenze di marijuana, ma di quella legale a scopo terapeutico.

Odore di… marija

E’ così scattata la perquisizione personale. L’italiano è stato trovato in possesso di 10 grammi effettivamente di erba, mentre il suo compagno ne aveva 5 della medesima sostanza e 3 di hashish. Come da prassi in questi casi, gli uomini dell’Arma hanno così approfondito il controllo alle rispettive abitazioni.

Kit per lo spaccio

Poco dopo nella casa dell’italiano sono stati trovati gli elementi che hanno incastrato i due trentunenni: nell’appartamento di Nova Milanese erano infatti custoditi un bilancino di precisione, utile per la preparazione delle dosi, 15 grammi di marijuana e 1.300 euro in contanti, che sono stati considerati dai militari provento dell’attività illecita della vendita della droga.

Leggi anche:  Pattuglia dell'Arma aggredita alla Festa della Pro Loco di Bellinzago Lombardo

La denuncia

Così entrambi sono stati accompagnati in caserma per l’identificazione. Al termine di tutte le formalità di rito, per loro è quindi scattata la denuncia a piede libero per possesso di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.