A pochi giorni dalla riapertura ai pedoni, il Ponte di Paderno è tornato ad avere la triste fama di viadotto dei suicidi. Dopo il rinvenimento del corpo di un 71enne lasciatosi cadere nel vuoto nel pomeriggio di martedì scorso, un altro corpo è stato avvistato nel pomeriggio di oggi, domenica, nelle acqua dell’Adda.

Un altro morto al Ponte di Paderno

Non è ancora chiaro se si tratti del secondo suicidio in pochi giorni dal ponte San Michele, quel che è certo è che il corpo è stato avvistato nelle acque dell’Adda nel pomeriggio di oggi, domenica, e immediata è partita la chiamata ai soccorsi. Sul posto un’autoambulanza della Croce Rossa di Merate, i Carabinieri, i Vigili del Fuoco di Merate e i sommozzatori del comando provinciale di Lecco. Il corpo, che si trovava abbastanza vicino alla sponda, è stato recuperato alla centrale tra Paderno e Porto d’Adda senza che fosse necessario l’intervento dei sommozzatori. Si tratta di un uomo, al momento l’età è imprecisata.

AGGIORNAMENTI E FOTO SU GIORNALEDILECCO.IT

Leggi anche:  Venerdì il ponte di Paderno riapre a pedoni e bici... ma mancano le navette

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI