Carabinieri fuori servizio arrestano 29enne su auto rubata. Ha cercato di fuggire prima in macchina, poi a piedi, ma gli è andata male. E’ stato fermato per ricettazione.

Carabinieri fuori servizio fermano “fuggitivo”

Tutto ha avuto inizio all’altezza di un semaforo di via Gorki, a Cinisello Balsamo, al confine con Sesto San Giovanni, nella serata di martedì. I tre militari liberi dal servizio erano in auto, fermi in attesa che scattasse il verde. Al passaggio di una volante della Polizia, nel senso contrario di marcia, è accaduto qualcosa. La macchina che si trovava davanti a quella dei carabinieri, infatti, ha accelerato all’improvviso, passando col rosso. Da qui la decisione dei carabinieri di mettersi alle calcagna del veicolo, una Mini Cooper, per scoprire il motivo di tanta “fretta”.

Bloccata l’auto rubata, il ricettatore scappa a piedi

I militari, tenendosi a debita distanza e dopo aver allertato i colleghi al 112, hanno seguito la Mini fino in piazza Ferravilla, sempre a Cinisello. Si sono qualificati come uomini delle Forze dell’ordine. Ed è stato a quel punto che il “fuggitivo” ha tentato invano di dileguarsi a piedi. I colleghi in divisa erano intanto arrivati sul posto. Ed ecco che è emerso il motivo della “fretta”: la Mini risultava essere stata rubata poco prima, sempre a Cinisello. Il proprietario non si era ancora accorto della sparizione del veicolo. Chi era alla guida, un 29enne di nazionalità marocchina, senza fissa dimora, classe 1989, con diversi precedenti alle spalle, è stato invece arrestato per ricettazione.