Marco è morto a 19 anni, ora la famiglia ha lanciato un appello per scoprire chi vive grazie agli organi che ha donato.

Donatore di organi a 19 anni

Marco Crini è stato travolto ad agosto sulla Paullese da un Tir ed è morto due giorni dopo in ospedale. I genitori hanno deciso di donare gli organi e grazie a lui altre persone ora possono continuare a vivere. Mamma Marta e papà Ilario vorrebbero avere la possibilità di incontrare i riceventi.

L’appello dei genitori

Il trapianto degli organi è avvenuto il 10 agosto in diversi ospedali. La legge impedisce di sapere chi ha donato e chi ha ricevuto, per questo i genitori di Marco lanciano un appello sperando che chi ha ricevuto gli organi del figlio si faccia avanti in modo da poterlo conoscere e raccontare chi era loro figlio.

Tutti i dettagli, l’intervista e le novità legislative sul numero della Gazzetta della Martesana disponibile in edicola e nella versione sfogliabile online da sabato 17 novembre.

Leggi anche:  Ragazzo scomparso da ieri, l'appello del fratello

LEGGI ANCHE

Incidente sulla Paullese, deceduto il 19enne di Pantigliate

La famiglia di Marco ha scelto la donazione degli organi, altri vivranno grazie a lui

Travolto dal Tir, morto anche il secondo 19enne investito

In centinaia per l’ultimo saluto a Marco Crini

 

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.