Vito Carrasso, messo comunale di Vimodrone, si è spento all’improvviso. La comunità è in lutto per il 64enne, uomo buono e disponibile.

Addio Vito, messo comunale buono

Il 64enne era una delle figure più note in Comune. Una delle sue mansioni era recapitare comunicazioni e atti, non solo agli amministratori. Era sempre presente in Consiglio comunale, concentrato fino all’ultimo,  anche quando le sedute finivano a notte fonda. Nella vecchia sala consiliare, nell’ex biblioteca, si occupava infatti delle registrazioni, effettuate con delle audiocassette.

Il cordoglio della comunità

Carrasso si è spento all’improvviso, dopo che negli ultimi anni aveva avuto qualche acciacco di salute. Se ne è andato poco prima di potersi godere la meritata pensione, dopo decenni passati al servizio della città. “Il sindaco Dario Veneroni, l’Amministrazione Comunale e i colleghi dipendenti esprimono le più sentite condoglianze alla famiglia di Vito Carrasso”, è il messaggio diffuso dal Comune. “Ti ricorderò sempre per la tua simpatia e la tua generosità”, ha rimarcato l’ex assessore Ivana Broi.

Leggi anche:  Avvolta ancora nel mistero la morte del 47enne di Ronco

L’ultimo saluto

La comunità si riunirà domani, martedì, nella chiesa di San Remigio alle 10.30 per dare l’ultimo saluto al messo comunale.