Il primo maggio saranno ricordate le vittime della tragedia ferroviaria di Pioltello: un viaggio in treno da Capralba a Caravaggio.

Commemorazione vittime incidente Piotello

Un viaggio in treno il 1° Maggio per ricordare le vittime di Pioltello, tutte lavoratrici pendolari. Con questa azione simbolica i sindaci dell’asta ferroviaria coinvolta dal terribile incidente del 25 gennaio scorso intendono celebrare la Festa del Lavoro ricordando le tre vittime del disastro ferroviario e sostenere le istanze dei pendolari, lavoratori spesso vessati da disagi e disservizi del trasporto ferroviario.

Posa di pietre di inciampo

Questa iniziativa, proposta dai Comuni di Caravaggio e Capralba, dove risiedono le famiglie delle vittime, e che ospiteranno i due momenti commemorativi con la posa di pietre di inciampo nelle rispettive stazioni ferroviarie (blocchi in pietra ricoperti con una piastra incastonati nel selciato) e la dedicazione di un memoriale in via largo Cavenaghi a Caravaggio, ha raccolto il sostegno degli altri Comuni del Territorio, delle Province di Bergamo e Cremona, delle Organizzazioni Sindacali e dei pendolari.

Leggi anche:  Auto a Gpl non frena più e finisce contro una macchina in sosta. Poi l'incendio VIDEO

Diritti e sicurezza

“Ci pare un modo appropriato e attuale di riempire di significato la ricorrenza della Festa del Lavoro”, commentano i sindaci, “unificando il tema dei diritti dei lavoratori con quello della sicurezza del lavoro anche oltre il luogo dove esso si svolge, e ricordando le vittime di un incidente che ha profondamente colpito la nostra comunità”.

Il programma

Capralba, Stazione Ferroviaria, ore 9: Posa della pietra di inciampo. Viaggio in treno dei partecipanti da Capralba a Caravaggio
Caravaggio, Stazione ferroviaria, ore 10: Posa delle pietre di inciampo
Caravaggio, ore 11: Corteo per Largo Cavenaghi e dedicazione Memoriale.

Partecipano: Comuni di Caravaggio, Capralba, Cremona, Crema, Castelleone, Soresina, Casalbuttano, Casaletto Vaprio, Olmeneta, Madignano, Province di Cremona e Bergamo, CGIL, CISL, UIL, comitati dei pendolari, Forze dell’ordine, Vigili del fuoco, Protezione civile, Croce rossa.