Concessionario fantasma a Inzago. Dopo aver incassato i soldi dei clienti, l’autosalone sparisce nel nulla.

Concessionario fantasma a Inzago

Più di una decina le denunce arrivate nell’ultima settimana presso la caserma dei carabinieri di Cassano d’Adda. Il salone era stato aperto una decina di giorni fa e i clienti avevano trovato gli annunci delle auto (Audi A3, 500 Abarth, Porsche Macan) su siti dedicati alla compravendita (Autoscout24 e Subito.it), hanno contattato il rivenditore e provato le auto, versando una caparra. Poi hanno fatto il saldo con un bonifico.

La beffa

Sabato scorso, poi, quando era fissata la data per il ritiro delle auto, l’amara sorpresa. Il concessionario chiuso e vuoto, e un cartello sulla porta, scritto a mano, che parlava di generici disguidi interni. E poi il telefono del rivenditore che squillava a vuoto. E così ai clienti non è rimasto altro da fare che sporgere denuncia. Al momento si può stimare il “bottino” in circa 200mila euro.

I dettagli della vicenda e le testimonianze dei clienti sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in versione sfogliabile web da sabato 30 novembre.

Leggi anche:  Picchiavano i bambini che non volevano studiare la religione islamica

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI