Il sindaco di Milano  contro le infrastrutture

Ore 12.20: anche Beppe Sala, sindaco di Milano e della Città metropolitana, si è recato a Pioltello. Ai giornali ha rilasciato brevi dichiarazioni scagliandosi contro le infrastrutture nazionali. “E’ impensabile che possa verificarsi una tragedia del genere – ha detto – E’ ora di pensare a un piano per mettere mano a tutte le infrastrutture, i particolare a quelle dei pendolari”.

Il bilancio

Intanto si fa più preciso il bilancio: sono tre le vittime accertate, tutte donne, in fase di riconoscimento. I feriti sarebbero 46, due dei quali in gravissime condizioni e sotto i ferri in questo momento.

Ore 12: Cominciano a circolare i primi bilanci del disastro ferroviario di stamattina. Sono tre le vittime accertate, cinque i feriti gravi trasporti negli ospedali San Raffaele di Segrate e San Gerardo di Monza. Un centinaio circa, invece, coloro che hanno portato lievi ferite. Sono stati trasportati nei vicini ospedali di Melzo, Cernusco, Gorgonzola e Melegnano. Chi era in condizioni migliori, invece, è stato portato presso i punti di accoglienza allestiti a Segrate e a Pioltello per avere colloquio con gli psicologi e ricevere cure in attesa dell’arrivo dei familiari.

2 chilometri fuori dai binari

Non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali, ma pare che il treno sia deragliato per un problema tecnico ai binari.  La Procura di Milano ha aperto un fascicolo per disastro ferroviario colposo. Stando ai racconti dei testimoni, il convoglio è uscito dai binari e ha continuato la sua corsa per circa 2 chilometri prima di schiantarsi contro un palo. I feriti più gravi si trovavano all’interno della carrozza numero 3.

Leggi anche:  Comunità in lutto per Davide, morto a 36 anni

Deraglia treno tra Segrate e Pioltello. Intervento in corso

Tre ambulanze, due automediche, Vigili del fuoco, carabinieri  e Polizia locale in questi minuti tra Segrate e Pioltello. L’Areu (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza) parla di deragliamento di un treno. Gli interventi sono tutti in codice rosso. Trenord ha annunciato disagi sulla circolazione, che potrebbero coinvolgere gran parte della Lombardia.

 

Ci sarebbero due morti

Sul luogo dell’incidente sono state inviate sette ambulanza. Si parla di due persone decedute e almeno cinque feriti. Sul posto arrivati anche due elicotteri del 118. Continuano le operazioni di soccorso dei passeggeri.

Le testimonianze

“Il treno stava andando a piena velocità, abbiamo sentito un po’ ballare il vagone – hanno raccontato alcuni testimoni – Poi il rumore della frenata, le scintille e la puzza di fumo”. Uno scenario apocalittico. “Uno spavento tremendo, da far fermare il cuore”, ha aggiunto qualcun altro. Alcuni, incastrati nel vagone, sono usciti passando dal finestrino.

Le indagini

Secondo le prime indiscrezioni il problema potrebbe essere stato della rete. Alcuni testimoni hanno raccontato di un improvviso rallentamento. Si sta lavorando per capire se il problema sia stato originato dai binari. E’ atteso a breve un comunicato di Trenord.

I precedenti

In estate era stato lanciato l’allarme deragliamento a Pioltello. Anche a Melzo a novembre un precedente. In quell’occasione, però, si era trattato solo di un guasto.

SEGUONO AGGIORNAMENTI