E’ morto ieri, giovedì 22 agosto, il 28enne che si era tuffato nell’Adda a Cassano per soccorre il fratello che aveva accusato un malore in acqua.

E’ morto al San Raffaele

Le condizione del ragazzo salvadoregno residente in Provincia di Varese erano apparse subito gravi sin da quando era stato recuperato a riva dai presenti e rianimato dai soccorritori. Era stato trasportato in codice rosso all’ospedale San Raffaele di Segrate dove è rimasto in terapia intensiva sino a ieri, quando il suo cuore ha smesso di battere definitivamente. Sin da subito ci si era resi conto della gravità della situazione e delle condizioni dell’uomo.

Voleva salvare il fratello

Domenica 11 agosto stavano trascorrendo la giornata sulle rive dell’Adda a Cassano, in località “Due portoni”. Accaldato, il fratello più giovane, di 26 anni, si era tuffato in acqua per cercare refrigerio. Ha accusato un malore è ha iniziato ad annegare. Il maggiore non ha esitato a gettarsi in acqua, ma la sua sorte è stata peggiore. Il più giovane infatti è stato recuperato in buone condizioni, mentre lui è finito sott’acqua senza più riemergere. Gli altri amici presenti lo hanno recuperato e hanno allertato i soccorsi. Sul posto carabinieri della Compagnia di Cassano d’Adda, Vigili del fuoco, sommozzatori e sanitari che hanno caricato il giovane su un’ambulanza e lo hanno trasportato al San Raffaele.

Leggi anche:  Auto contro un ostacolo spartitraffico lungo la Tem

LEGGI ANCHE: Annegati nell’Adda, un’estate tragica

Inghiottito dall’Adda, 22enne muore a Medolago

Malore durante un bagno nell’Adda, muore 41enne

Ragazza rischia di annegare nell’Adda a Rivolta

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.