Condannato a dieci anni di reclusione per estorsione aggravata. Pesante condanna per un artigiano cinquantenne di Gorgonzola.

Estorsione aggravata

La condanna è arrivata ieri, giovedì 14 febbraio 2019, in Tribunale a Brescia. L’uomo, che già si trova in carcere a Opera per altre faccende, era finito a giudizio per fatti risalenti al 2013. In quell’occasione il cinquantenne, esperto in termoidraulica, si sarebbe presentato negli uffici di un’azienda bresciana da cui aveva ottenuto un appalto, pretendendo 60mila euro.

La richiesta

Secondo l’artigiano, infatti, quella somma gli sarebbe stata dovuta in più rispetto al preventivo originale, ma l’azienda non voleva riconoscergliela. A quel punto, insieme a un altro uomo, avrebbe iniziato a minacciare anche in modo pesante il titolare della ditta bresciana. Che, a quel punto, per rabbonirlo e risolvere almeno al momento la situazione, gli aveva fatto un bonifico da 18mila euro. Aveva poi chiesto immediatamente alla banca di bloccarlo.

La difesa

La difesa dell’artigiano aveva chiesto che il reato venisse riqualificato in esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Ma il giudice ha dato ragione all’azienda bresciana, condannando a 10 anni il gorgonzolese per il quale, una volta conclusa la pena, saranno previsti anche tre anni di libertà vigilata.

Leggi anche:  Aggressione tra ragazzi a Gorgonzola

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI