Farmacista perseguitata e aggredita dall’ex davanti ai figli piccoli. Intervento della Polizia di Stato e ammonimento del questore nei confronti del 50enne.

Farmacista perseguitata dall’ex marito

Messaggi vocali minatori, nei quali paventava amicizie nel mondo della criminalità organizzata. Appostamenti davanti casa e pedinamenti nei pressi della farmacia nella quale la 44enne lavora. Il culmine della vicenda è stato toccato quando, alcuni giorni fa, il 50enne – italiano – ha affrontato e aggredito l’ex moglie nel portone di casa, in zona Rondò, a Sesto San Giovanni, alla presenza dei figli minori della coppia. La donna, in quell’occasione, aveva chiesto anche l’intervento di una volante del Commissariato sestese. Ora dalla Questura di Milano è arrivato l’ammonimento e il divieto di avvicinamento nei confronti del 50enne, provvedimenti di tipo amministrativo che sono stati chiesti dalla Sezione Polizia Anticrimine reati contro la persona dello stesso Commissariato, che sta già lavorando all’applicazione delle novità normative introdotte con il cosiddetto “Codice Rosso”.

Leggi anche:  "Allarme Ufo" nei cieli del Nord Milano, ma era solo un aereo a bassa quota

Aggredita nell’androne di casa

Gli investigatori, a seguito dell’aggressione, avevano sentito i vicini di casa della donna, di origine sudamericana, i negozianti della zona e gli stessi colleghi della 44enne. E tutti avevano confermato come il volto dell’uomo non fosse nuovo. Il 50enne, di fatto, sembra che non volesse arrendersi alla fine del matrimonio, arrivando a minacciare l’ex moglie di non farle più vedere i figli, paventando presunte (ma con ogni probabilità inesistenti) amicizie con membri delle Forze dell’ordine. L’eventuale mancato rispetto del divieto di avvicinamento potrebbe diventare una circostanza aggravante in sede di denuncia penale.