Era stato preso dopo una rapina in farmacia e destinato a una comunità per il recupero di tossicodipendenti. Ma di stare in quel istituto non ne voleva affatto sapere e così è scappato. Un’evasione che gli è costata il ritorno in carcere.

La condanna riguarda un colpo messo a segno nel 2016

Lunedì i Carabinieri di Sesto hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di un italiano di 26 anni residente a Cinisello, che deve scontare una pena di 4 anni per rapina. Il giovane era stato arrestato dopo che, il 4 febbraio 2016, aveva consumato un colpo all’interno della farmacia comunale in viale Fulvio Testi. Il ragazzo aveva agito di notte, minacciando il farmacista di turno con un cacciavite e una siringa.

A fine maggio l’evasione dall’istituto di recupero

Dopo la condanna, essendo tossicodipendente, era stato ammesso alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali ed era stato collocato in una comunità di recupero terapeutico di Colico (Lecco). Ma a fine maggio si era allontanato facendo perdere le sue tracce, motivo per cui è stata ripristinata la custodia in prigione. I Carabinieri lo hanno trovato e arrestato nell’abitazione della madre a Cinisello e portato presso il carcere di San Quirico a Monza.