Furti di rame, a Rodano spariti duecento metri di cavi. Il Comune corre ai ripari per riportare la luce nell’area colpita dal furto e si prepara a mettere mano al portafogli.

Furti di rame, a Rodano spariti duecento metri

E’ successo tutto nella notte fra domenica e lunedì. Ignoti si sono scagliati sulla colonnina dell’elettricità posta sulla ciclabile che connette Millepini a Cassignanica. Secondo quanto ricostruito dai tecnici del Comune, i malintenzionati si sarebbero impossessati di circa duecento metri di cavi in rame dileguandosi e lasciando al buio l’intera area. Ancora oggi risultano infatti non funzionanti i lampioni della pista ciclabile, l’attraversamento pedonale e alcuni altri punti luce della zona.

Costi e tempi tecnici

“Mi hanno confermato che si tratta di un furto e abbiamo subito attivato l’Ufficio tecnico che sta studiando come intervenire – ha spiegato il sindaco Roberta Maietti – La zona è tutt’ora al buio e non conosciamo ancora i tempi d’intervento e sopratutto i costi, che non immaginiamo comunque bassi”. Si parla di diverse migliaia di euro, come già accaduto a  Trezzano Rosa, dove un furto di portata simile è costato alle casse comunali 6mila euro. In quel caso, l’Amministrazione scelse di installare nuovi cavi in alluminio, un’opzione che anche Rodano potrebbe prendere in considerazione.

Leggi anche:  Ultras sottoposto a sorveglianza speciale: "Troppo violento"

Torna alla home per le altre notizie di oggi