Aveva commesso dei furti sul territorio e si era spacciato per un’altra persona. In totale aveva accumulato quasi cinque anni di condanna, ma era libero.

Furti e falsa identità

Giovedì pomeriggio i carabinieri di Vaprio, nel corso di un servizio mirato, hanno messo le manette ai polsi di un  pregiudicato 47enne bosniaco, domiciliato in Trezzano Rosa, poiché colpito da provvedimento di esecuzione di pene concorrenti emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze.

Quasi cinque anni da scontare

L’uomo doveva  scontare  4 anni, 11 mesi e 11 giorni di reclusione per i reati di falsa attestazione a un Pubblico ufficiale sull’identità propria o altrui continuata commesso sul territorio nazionale nel 2004, e furti aggravati commessi nel 2010 a Liscate, e due nel 2014, in abitazione a Udine e in concorso a Firenze.