Furto di furgoni: tre arresti dei Carabinieri in una notte. Sono tutti italiani con precedenti per reati contro il patrimonio.

Furto di furgoni: tre arresti dei Carabinieri

Sono stati colti in flagranza di reato, mentre salivano su un furgone parcheggiato a Cinisello Balsamo, al quale avevano forzato la serratura della portiera. Non solo. I militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Sesto San Giovanni li hanno trovati in possesso (oltre che di vari arnesi da scasso) anche della centralina e del blocco di avviamento di un altro furgone, un Iveco, parcheggiato accanto e che risultava essere stato rubato poco prima a Monza, in viale Libertà. A essere arrestati nella notte tra ieri, domenica, e oggi, lunedì 28 ottobre, sono stati tre italiani: Angelo Furci, classe ’68, residente a Muggiò, in provincia di Monza e Brianza, Mario Di Bartolo, di Bollate, 26 anni, e Angelo Martino, 28 anni, quest’ultimi due con casa a Bollate, Hinterland di Milano. I Carabinieri della Compagnia di Sesto nelle scorse notti avevano infatti intensificato i controlli mirati sui furti di mezzi da lavoro. Nelle ultime settimane era stata denunciata in media la sparizione di un furgone ogni tre giorni, nel territorio coperto dalla Compagnia sestese. Soprattutto modelli Iveco, Ducato e Fiorino.

Leggi anche:  Fermato per un controllo manda un carabiniere in ospedale

Il processo per direttissima

I tre fermati sono comparsi questa mattina, lunedì, in Tribunale, a Monza, per il processo per direttissima a loro carico. I fermi sono stati convalidati e il giudice ha disposto per i tre la misura degli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza del procedimento. I militari eseguiranno ora ulteriori approfondimenti per capire se ai tre soggetti arrestati la scorsa notte possano essere ricondotti altri furti di furgoni nel recentissimo passato.