Pietro Lomaestro è morto tra le mura della sua casa stroncato da un malore che se l’è portato via per sempre. E a vegliarlo, per qualche ora, il figlio di cinque anni, che amorevolmente è rimasto accanto al corpo del padre ormai senza vita, sperando, forse, che in realtà stesse solo dormendo profondamente.

Dolore e sgomento per la vicenda

Dolore e sgomento per una morte tanto assurda quanto imprevedibile, che ha gettato una intera comunità nello sconforto. Tutta Sulbiate, la cittadina in Brianza dove l’uomo abitava, piange la repentina scomparsa del 33enne Pietro Lomaestro, giovane papà, volto conosciuto in paese, soprattutto per chi naviga tra i social network, per via del suo incarico di amministratore della pagina Facebook «Sei di Sulbiate se…» portato avanti da parecchi anni insieme ad altri colleghi che gli hanno dedicato un ultimo saluto sulla pagina Facebook molto frequentata dai sulbiatesi. Il lutto arriva anche a  Cologno Monzese: Lomaestro lavorava presso la ditta «Lutech».

Leggi anche:  In gita con la Cgil ai mercatini di Natale FOTO

Maggiori dettagli sulla vicenda su giornaledimonza.it

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI