“Non vogliamo impedire o rovinare una tradizione come la Fiera del bestiame di ottobre, ma solo migliorarla”.

E’ la posizione del neonato gruppo di animalisti “Andiamo oltre – Comitato cittadino Inzago” a seguito delle dichiarazioni del sindaco Andrea Fumagalli, che sullo scorso numero della Gazzetta dell’Adda aveva annunciato che terrà le loro email e le loro richieste “custodite nel cestino”.

“A causa di precedenti gruppi che hanno manifestato durante la giornata di festa, e dai quali ci dissociamo, purtroppo sembra che il sindaco non ci voglia prendere in considerazione – ha detto Donato Ceci, 43 anni, referente della Lav Bergamo – Noi non siamo come loro, non vogliamo impedire la manifestazione, che è una tradizione, ci mancherebbe. Però vorremmo che fossero apportate alcune migliorie”.

Già 250 persone hanno firmato l’appello del gruppo.

Ma ci sono dei precedenti: negli anni scorsi, infatti, il gruppo Fronte animalista si era presentato durante la Fiera per protestare, con cartelli e offese rivolte agli inzaghesi, accusati di essere “assassini”.

Leggi anche:  Incidente in Tangenziale Est a Milano, due morti FOTO

All’ultima edizione, poi, la rottura definitiva.

Tutti i dettagli sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e nell’edizione sfogliabile online per pc, smartphone e tablet a partire da sabato 1 luglio.