Il soldato dell’Isis pentito ora vuole collaborare con la Giustizia. Monsef, 24 anni, era partito da Vimodrone per combattere in Siria, ora è prigioniero dei Curdi.

Il soldato dell’Isis pentito vuole collaborare con la Giustizia

Monsef El Mkhayar è stato condannato a otto anni dal Tribunale di Milano per terrorismo internazionale. A inizio settimana il suo avvocato ha chiesto per il 24enne il legittimo impedimento a comparire davanti alla Corte d’Assise d’appello in quanto prigioniero dei Curdi. E’ stato infatti fermato nell’ultima roccaforte dello Stato islamico, in Siria. In un’intervista ha detto di essersi pentito, ora il suo avvocato spiega che vuole collaborare con la Giustizia italiana.

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.