Incendio a Villa d’Adda questa sera sulle sponde del fiume davanti alla Madonna del Bosco.

Incendio a Villa d’Adda

Un incendio in almeno due diversi punti è stato domato questa sera, mercoledì 25 aprile, a Villa d’Adda, dai Vigili del fuoco di Merate. Un focolaio divampato lungo la sponda bergamasca del fiume, dinanzi alla Madonna del Bosco di Imbersago, in pieno Parco Adda Nord.

Vigili del fuoco in azione

La chiamata al numero unico emergenze è partita attorno alle 20.30: ad accorgersi delle lingue di fuoco che si levavano dal fiume, i residenti bergamaschi di via Chiosetto, ma prima di loro anche alcuni dirimpettai lecchesi. I Vigli del fuoco sono giunti a Villa tempestivamente, poi dalla via a fondo chiuso sono scesi a piedi lungo il sentiero che porta al fiume.

Focolaio domato senza difficoltà

Grazie a un accesso secondario per i mezzi agricoli, i pompieri con un fuoristrada sono riusciti poi a portarsi sul luogo dell’incendio: due focolai distinti, un fronte di una trentina di metri (a fuoco soprattutto roveti e sottobosco), più un altro rogo in una conca colma di ramaglie.

Leggi anche:  Overdose di eroina e cocaina, gravi due trentenni

Causa tutta da stabilire

Un’emergenza tutto sommato contenuta, malgrado l’intervento dei Vigili fuoco sia stato provvidenziale per scongiurare la possibilità che il rogo uscisse fuori controllo. Del tutto possibile che a innescare il tutto possa essere stato un banale mozzicone, magari gettato da qualche passeggiatore festivo attardatosi lungo il sentiero che costeggia il fiume dall’Alberone al traghetto. Ma sarà la relazione dei Vigili del fuoco di Merate a mettere un punto più fermo sulla dinamica del rogo.