L’uomo viveva da anni a Treviglio e lavorava al centro sportivo Quadri, ma era conosciutissimo a Brugherio dove per il primo anno dopo la riapertura della piscina nel 2015, aveva ricoperto l’incarico di responsabile.

Incidente mortale

E’ successo poco dopo le 2 di questa notte sulla statale 42 che porta verso Castel Rozzone e Arcene. Il trentunenne Stefano Iacobone a bordo di una Peugeut 207 stava percorrendo la statale in direzione Treviglio quando, poco prima della nuova rotonda dell’Eurospin, ha perso il controllo dell’auto. Dopo aver invaso la corsia di marcia opposta il giovane si è schiantato contro il guard rail, che ha sfondato il parabrezza entrando nell’abitacolo senza lasciargli scampo. Sul posto si sono precipitati i soccorritori della Croce Rossa di Treviglio ma per il giovane non c’era già più niente da fare.

Il sindaco di Brugherio tra i primi a esprimere cordoglio

“Stanotte un tragico incidente ha spezzato la vita di Stefano Iacobone – ha scritto in una nota – Sono sicuro che vi ricordate di lui: Stefano è stato, per il primo anno, il responsabile della nostra piscina, dopo la riapertura del 2015. E’ stato di sicuro il vero artefice del successo della riapertura, della ripresa della fiducia da parte dei cittadini verso la possibilità di avere di nuovo una piscina, una palestra e un’area fitness ben curata e ben gestita, lasciando poi il suo incarico a Matteo. Ciao Stefano, e grazie. Non ti dimenticheremo”.

Leggi anche:  Omicidio a Cernusco, grave malore e ciclista investito SIRENE DI NOTTE

Le indagini sono in corso

Sul luogo dell’incidente questa notte è  intervenuta la Polizia Stradale di Treviglio, con una volante della Polizia di Stato  in ausilio. Ancora in corso le indagini per accertare la causa dell’incidente.

Un grande atleta

Stefano Iacobone è stato un atleta di valore assoluto: tesserato per l’Ispra, ma nuotò anche per i colori della DDS e del Team Lombardia, è stato campione italiano nei 100 farfalla e ha stabilito nel 2009 il record italiano della staffetta 4×100 mista in vasca corta. Stefano aveva vestito la divisa della Nazionale in varie occasioni, partecipando anche ai Campionati europei in vasca corta di Stettino, nel 2011. Al termine dell’attività agonistica, non aveva abbandonato il mondo del nuoto: era tesserato e gareggiava per il Master Melzo Nuoto. “Il presidente del Comitato regionale lombardo della Federazione italiana nuoto, Danilo Vucenovich, insieme ai componenti del consiglio direttivo e ai funzionari del Crl, esprime alla famiglia le più sentite condoglianze”.