Ingerisce 103 ovuli di cocaina: fermato all’aeroporto di Linate.

Ingerisce 103 ovuli di cocaina: fermato all’aeroporto di Linate

A tradirlo è stato l’atteggiamento nervoso che ha insospettito i finanzieri e i doganieri. Lo hanno fermato e sono bastate poche domande per agitare ancora di più il passeggero, un venezuelano proveniente da  Cayenne (Guyana francese), via Parigi.

Sottoposto ad esami radiologici

L’intuizione dei militari era giusta: il Gruppo della Guardia di Finanza di Linate unitamente ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Ufficio Milano 3 – hanno sequestrato circa 1 chilo e 300 grammi di cocaina. Le Fiamme Gialle, una volta sentito il passeggero, hanno dubitato delle dichiarazioni rese e, sospettando il presunto ingerimento di ovuli contenenti sostanza stupefacente, hanno condotto il cittadino venezuelano presso la struttura ospedaliera San Raffaele di Milano, per eseguire gli esami radiologici e sanitari del caso.

103 ovuli nell’intestino

In ospedale i dubbi dei militari sono stati confermati: gli esami hanno verificato la presenza nell’intestino di 103 ovuli contenenti cocaina purissima, per un totale di circa 1 chilo e 300 grammi. L’ovulatore è stato così arrestato per traffico internazionale di sostanze stupefacenti e condotto al carcere di San Vittore.

Leggi anche:  Sport in lutto è morto Mario Rizzi, storico presidente della Sc Brugherio sportiva

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI