Dà in escandescenze dopo il cartellino rosso, prende 13 giornate di squalifica e decide. “Smetto di giocare, troppi insulti razziali”.

Insulti razziali  eccessivi

“L’arbitro ha sentito quello che ho detto io e mi ha espulso, ma non quello che mi aveva detto il mio avversario prima”. E’ deluso e amareggiato Dara Mbengue giocatore dell’Uso Capriate che è stato espulso nel corso della partita di Seconda categoria sul campo del Boltiere. Dopo l’espulsione Mbengue ha perso la testa e ha preso a calci tutto quello che ha trovato sulla sua strada. “Smetto sono stanco di dover subire sempre insulti razziali”, ha detto il giocatore. La società ha spiegato che non farà ricorso contro la pesante squalifica: “Provocato o no ha avuto una reazione sbagliata”.

La notizia completa con il racconto di quanto accaduto la trovate sul giornale in edicola e nella versione online per Pc, Smartphone e tablet. 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE