La vittima dell‘incidente di stamattina sulla Provincia 90 a Rivolta d’Adda, in cui un ciclista è stato investito da un’auto, è il 69enne Giuseppe Crena, vice presidente della sezione Avis del paese.

Investito

Investito

Investito Il fatto è avvenuto stamattina, poco prima delle 8. Crena, appassionato di biciclette, in sella alla sua mountain bike, stava percorrendo la Provinciale che collega il paese a Cassano d’Adda.

Per cause ancora in fase di accertamento da parte della Polizia stradale di Crema, il 69enne è stato investito da una “Fiat Doblò” condotta da un 54enne di Rivolta, con cui a bordo c’erano la moglie, coetanea, e la figlia 17enne, tutti ricoverati sotto shock all’ospedale di Lodi.

Un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo a Crena, la bici è stata ripescata nel fosso adiacente la carreggiata. Era ancora vivo quando i soccorritori della Croce bianca di Rivolta lo hanno soccorso, ma è spirato poco dopo. La Polizia locale ha regolato il traffico e il soccorso stradale “Scaramuzza” ha liberato la sede stradale dai mezzi incidentati.

Leggi anche:  Scontro tra una moto e un veicolo a Cassina de Pecchi

 

Cordoglio in paese

Crena è un volto molto noto in paese, soprattutto per il suo impegno nell’Avis. L’associazione, viste le sue 86 donazioni all’attivo, gli ha anche conferito il distintivo d’oro. Proprio ieri sera, venerdì, era nella sede avisina con il segretario Cesare Sottocorno, che è rimasto incredulo quando stamattina si è sparsa la voce che il 69enne era stato investito. “Era un volontario molto attivo – lo ha ricordato Sottocorno – si occupava soprattutto degli aspetti informatici. Siamo tutti sconvolti per l’accaduto”.

TORNA ALLA HOME