Paolo Rota era un volontario attivo al servizio della comunità parrocchiale di Inzago e non solo. Come ultimo gesto d’amore ha donato gli organi.

Volontario e amico

Paolo Rota si è spento all’improvviso a 58 anni lasciando un grande vuoto a Inzago. Amava indossare la divisa da volontario della Polizia Locale ed era in prima fila alle manifestazioni cittadine. Era anche uno dei protagonisti della compagnia dialettale I Batacc d’Insac e un instancabile collaboratore al servizio della comunità e della parrocchiale. Come ultimo gesto d’amore ha voluto donare gli organi per salvare altre vite.

Sabato 23 marzo 2019 i funerali

Aveva lavorato alla cooperativa “Il Granellino di Senapa” svolgendo per lungo tempo, per conto del Comune, il servizio di gestione della piattaforma ecologica. Dopo che la cooperativa ha chiuso, un anno fa, il 58enne aveva deciso di dedicare il suo tempo libero all’aiuto in parrocchia, al supporto ai cortei comunali e alle processioni religiose. Da qualche mese, inoltre, prestava il suo servizio di volontario ai ragazzi della cooperativa Archè di Inzago.
I funerali si terranno domani, sabato 23 marzo 2019, nella chiesa parrocchiale alle 10. Saranno presenti i frati carmelitani di Concesa a Trezzo, congregazione a cui l’inzaghese era molto devoto.

Leggi anche:  Grave malore in strada, paura per un anziano

Il ricordo degli amici sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola e online da sabato 23 marzo 2019.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.