Mercoledì sera il Consiglio comunale  di Cassano ha votato all’unanimità una mozione per far restare i carabinieri in città. Ma i cassanesi non sapevano che lo Stato è pronto a investire un milione e 700mila euro per terminare la caserma di Inzago, in via Boccaccio, al momento oggetto di lavori di sistemazione.

“Al momento non ho ricevuto alcun documento firmato, ma i contatti avuti a livello provinciale e regionale con l’Arma hanno dato buoni frutti”, ha commentato il sindaco di Inzago Andrea Fumagalli, che non ha voluto sbilanciarsi anche se l’ottimismo è forte.

E così, in un colpo solo, Cassano non soltanto potrebbe perdere la sede della Compagnia ormai destinata a Pioltello, ma anche la caserma che sembrava un brodino di consolazione e che invece potrebbe andare indigesto.

Resta da vedere come reagirà il primo cittadino cassanese Roberto Maviglia a questa doccia fredda.

Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 18 e disponibile anche nella versione on line per pc, tablet e smartphone

Leggi anche:  Notte intensa per il 112: malori, intossicazioni e aggressioni SIRENE DI NOTTE