Ladro incastrato dalle impronte digitali. L’uomo, un tunisino di 28 anni, è stato arrestato per un furto commesso a Brugherio nel mese di febbraio.

Ladro incastrato dalle impronte digitali

Pensava ormai di averla fatta franca. E invece per lui sono scattate le manette e il carcere. Sì, perché il tunisino 28enne G.M. arrestato il 12 luglio per esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Monza, era convinto di aver depistato gli inquirenti. Il fatto era avvenuto a febbraio: l’uomo si era introdotto in un’abitazione per razziarla. Ma aveva lasciato delle tracce. E proprio queste sono servite per incastrarlo. Intrecciando i rilievi condotti dalla squadra rilievi del nucleo investigativo di Monza, insieme ai dati analizzati dalla sezione investigazioni scientifiche del nucleo investigativo del Comando provinciale di Milano, comparando materiali biologici, ematici e rilievi fotodattiloscopici, il tunisino è stato individuato come autore del furto.