Pantigliate ha ricordato Marco Crini, il giovane scomparso a seguito di un incidente sulla Paullese ad agosto. Una fiaccolata per i suoi vent’anni, cui hanno preso parte amici e parenti. Ma anche l’uomo che ha ricevuto il suo cuore dopo che la famiglia aveva dato l’assenso all’espianto degli organi e che ha risposto all’appello di mamma e papà, lanciato proprio attraverso le pagine della Gazzetta della Martesana.

Il cuore di Marco continua a battere

Anche Marco Crini era in qualche modo presente alla cerimonia in suo onore lo scorso sabato a Pantigliate. Perché oltre a centinaia di persone che l’hanno amato c’era anche l’uomo che ha ricevuto il suo cuore e che ora vive grazie alla scelta della famiglia di donare gli organi. Il giovane pantigliatese era stato investito sulla Paullese il 7 agosto ed era poi deceduto in ospedale. Tre giorni dopo otto suoi organi sono stati trapiantati ad altrettante persone.

Tante emozioni durante la fiaccolata

La fiaccolata in sua memoria si è tenuta sabato della scorsa settimana, giorno in cui Marco avrebbe compiuto vent’anni. L’intera serata è stata ricca di emozioni e in molti sono intervenuti per ricordare il giovane, compresi mamma Marta Barzaghi e papà Ilario Crini oltre ad amici ed ex insegnanti.

Leggi anche:  Si cerca ovunque “l’angelo guzzista”, samaritano dopo l'incidente

“Io sono qui, con il suo cuore”

L’intervento più emozionante è stato quello che si è tenuto in chiesa quando Pasquale Fortunato, 61enne della provincia di Prato, ha fatto sapere a tutti di essere l’uomo che ha ricevuto il cuore di Marco. “Lui è un angelo – ha detto – Se sono qui a parlare oggi è grazie a lui. Con la sua umiltà e la sua generosità ha donato il suo cuore per salvare me, che neanche conosceva”.

Quattro pagine dedicate con gli interventi dei protagonisti sul numero della Gazzetta della Martesana in edicola da sabato 19 gennaio e nella versione sfogliabile on line disponibile sul nostro sito web

LEGGI ANCHE

Incidente sulla Paullese, deceduto il 19enne di Pantigliate

In centinaia per l’ultimo saluto a Marco Crini

La famiglia di Marco ha scelto la donazione degli organi, altri vivranno grazie a lui

Chi vive grazie agli organi donati da nostro figlio?

Fiaccolata in ricordo di Marco a Pantigliate

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO