Una vera e propria bomba ecologica è stata rinvenuta all’interno del Parco Media Valle Lambro. Domenica notte ignoti hanno abbandonato due metri cubi di manufatti edili in amianto, potenzialmente molto pericolosi per la salute.

Le lastre di amianto sono state scaricate in un terreno al confine tra Brugherio e Sesto

Le lastre in eternit, materiale utilizzato in passato in edilizia per realizzare soffitti e tettoie, sono state trovate lunedì mattina dalle Guardie ecologiche del Parco. La discarica abusiva è situata in un sentiero sterrato a cui si accede da via della Mornera (strada che prende il nome dalla roggia), proprio sul confine tra Brugherio e Sesto San Giovanni. Si tratta di una zona conosciuta dalle Gev perchè spesso vengono abbandonate macerie e scarti di cantiere, mai però così pericolosi. Secondo le testimonianze raccolte tra i frequentatori della zona, fino a domenica pomeriggio la strada era sgombra: questo significa che il materiale è stato portato a notte fonda, al riparo da possibili sguardi indiscreti.

Oltre che il danno ambientale, anche un conto salato per il Comune

La presenza dell’eternit è stata segnalata al Comune di Brugherio, competente sul terreno in oggetto, che  dovrà  quindi farsi carico della procedura di smaltimento dell’amianto. Ma  soprattutto dovrà accollarsi i costi del recupero che deve essere fatto da apposite ditte specializzate seguendo un rigido protocollo. Il prezzo da pagare per la collettività sarà dunque piuttosto salato, di diverse migliaia di euro.

Leggi anche:  Intossicazione etilica, malori e incidente SIRENE DI NOTTE