Muore a 22 anni per le conseguenze di un blocco intestinale. La tragica scomparsa di Aurora Etter ha sconvolto la comunità di Segrate

Sincronette e pasticcera muore a 22 anni

Aurora, campionessa di nuoto sincronizzato tesserata per la Sport Management di Monza sino a due anni fa, si è sentita male lo scorso venerdì sera. Verso le 21 ha accusato i primi sintomi del blocco intestinale, che ha causato un arresto cardiaco. Inutili i soccorsi e la corsa al San Raffaele, dove la giovane ha chiuso gli occhi per sempre.

Un’artista delle torte

La 22enne aveva lasciato la piscina (anche se continuava ad allenare e dispensare consigli ai più giovani) per dedicarsi alla sua passione più grande, la pasticceria. Aveva aperto una sua attività, con tanto di laboratorio nella casa di Segrate. E le sue torte erano davvero dei capolavori.

Cerimonia laica

L’ultimo saluto è stato dato al centro Verdi con una cerimonia laica, scelta della famiglia, officiata dal primo cittadino Paolo Micheli. “Una ragazza caparbia, tenace e amorevole con tutti”, l’hanno ricordato mamma e papà, che in questi giorni hanno ricevuto tantissime manifestazioni di affetto.

Leggi anche:  Notte agitata per i volontari del 118 SIRENE DI NOTTE

Il ricordo dei genitori e la storia di Aurora sulla Gazzetta della Martesana in edicola da sabato 13 dicembre.