Si cercano sponsor per la prossima edizione del Vintage Roots Festival.

Vintage Roots Festival continua a esistere

Come annunciato dalla Gazzetta dell’Adda una settimana fa, il Vintage Roots Festival di Inzago continuerà a esistere anche se con modalità diverse. Lo hanno confermato gli organizzatori durante la conferenza stampa che si è tenuta nella sala consiliare questa mattina, sabato 26 gennaio 2019, e che si è appena conclusa.

Nuova formula

Ai tavoli di lavoro con l’associazione Vintage Roots, la Pro Loco, l’Amministrazione e l’Ecomuseo Martesana sono state prese alcune decisioni. La prima è che la manifestazione si terrà ogni due anni (quindi la prossima sarà nel 2020), mentre in quelli dispari si organizzerà un evento per mantenere viva l’attenzione. Quello di quest’anno si terrà il 16 giugno in piazza Maggiore con il concerto di una band che proviene dagli Stati Uniti.

Si cercano sponsor

L’aspetto economico ha inciso non poco sulla decisione di rivedere l’organizzazione. Sarà lanciata a febbraio una campagna di crowdfunding per raccogliere contributi tra coloro che vogliono mantenere viva la kermesse. Inoltre, dato che la sei giorni si terrà ogni biennio, il contributo comunale è raddoppiato. Katia Follesa, che è stata la madrina di Miss Pin Up all’ultima edizione, terrà uno spettacolo al teatro Giglio il cui ricavato sarò donato all’associazione.

Leggi anche:  Mezzi pesanti a Inzago, cambia la sosta

“Il Festival è un bene di Inzago”

Durante la conferenza è stato sottolineato che “Il Festival è un bene di Inzago” e che il lavoro fatto finora è stato proprio per permettere alla manifestazione di restare in paese.
Tutti i dettagli e l’approfondimento sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola e online da sabato 2 febbraio.

LEGGI ANCHE

Vintage Roots Festival è finito

Vintage Roots Festival, potrebbe non essere l’ultima edizione

Il Vintage Roots Festival è ancora vivo? Qualcuno ci sta provando

Vintage Roots Festival torna a Inzago

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.