Oltre 9 chili di cocaina nel caffè in scatole: arrestata una donna a Linate.

Oltre 9 chili di cocaina nel caffè in scatole: arrestata una donna

Un’altra operazione messa a segno dal gruppo della Guardia di finanza di Linate, in sinergia con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Ufficio Milano 3. Questa volta a finire nei guai una donna sudamericana, proveniente dal Perù, beccata con 9,5 chili di cocaina.

Scoperta durante i normali controlli alla dogana

I finanzieri e i doganieri dell’aeroporto di Linate hanno sottoposto a normale controllo la passeggera, in arrivo da Lima. La donna ha ritirato i propri bagagli da stiva al nastro e si è diretta verso l’uscita. Ma il comportamento nervoso e l’atteggiamento della donna, soprattutto nel tentativo di eludere i controlli doganali, ha destato il sospetto degli operatori che hanno fermato la passeggera.

Un caffè “speciale”

I doganieri hanno aperto le borse della donna e hanno trovato diverse confezioni sigillate di caffè e altri prodotti alimentari tipici del Sud America. La donna ha dichiarato di averli comprati al Paese d’origine e di volerli portare come dono ai parenti che vivono in Italia. Ma i controllori non si sono fatti convincere dalla storia, ritenuta poco credibile. Hanno tagliato le confezioni e all’interno hanno trovato cocaina purissima, nascosta dentro i pacchi di caffè e alle scatole di cibo.

Leggi anche:  Sottraevano carburante dai veicoli in sosta, presi

Manette immediate

Per la donna sono scattate le manette, grazie all’ennesima operazione di prevenzione e contrasto dei traffici illeciti in aeroporto delle squadre congiunte delle Dogane e delle Fiamme Gialle.

LEGGI ANCHE: Tre chili e mezzo di cocaina in aeroporto, arrestato

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI