All’interno di un box in via Padova aveva 1.100 chili di hashish e 550 grammi di cocaina. E’ stato scoperto dalla Polizia di Stato ed è finito in carcere un 42enne milanese, F.P.

La soffiata sulla droga

L’arresto è scaturito da una breve ma intensa attività investigativa avviata a seguito di un’informazione acquisita sul territorio secondo la quale vi era un cittadino italiano, di cui si conosceva solo il nome, conducente di una Ford Focus di colore grigio che deteneva un ingente quantitativo di stupefacente all’interno di un box, sito in una autorimessa sotterranea ubicata tra via Padova e via Palmanova.

Le indagini

Sulla base di queste poche informazioni, i poliziotti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Milano hanno avviato una serie costante di servizi di osservazione nella zona, al fine di individuare il soggetto segnalato ed il box auto ove era detenuta la sostanza stupefacente. In pochissimi giorni è stata individuata l’autorimessa ove presumibilmente era ubicato il box ed una Ford Focus intestata proprio ad un soggetto con il nome segnalato, che da accertamenti di polizia risultava gravato da due precedenti in materia di stupefacenti molto datati nel tempo. Inoltre lo stesso soggetto, malgrado abitasse in tutt’altra zona, spesso gravitava nell’area tra via Padova e via Palmanova.

Leggi anche:  Trovati con la cocaina in tasca, due arresti

I pedinamenti

Ne sono conseguiti numerosi pedinamenti ed appostamenti eseguiti in pochissimi giorni, conclusisi la sera di lunedì 24 settembre quando la persona sospettata è stata sottoposta a controllo dai poliziotti della Squadra Mobile, subito dopo essersi incontrata con altri due pregiudicati per sostanze stupefacenti proprio in Via Palmanova.

6.500 euro in contanti

L’uomo, che al momento del controllo era in possesso di 6500 euro in contanti, aveva effettivamente nella disponibilità il box individuato dai poliziotti per cui è stata effettuata una perquisizione che ha portato al rinvenimento e sequestro di 1.100 chili di hashish e 550 grammi di cocaina, per la gran parte occultati in una intercapedine in muratura, appositamente realizzata nella parte estrema del box.

All’interno del box è stato altresì rinvenuto un apparecchio satellitare radar Garmin per imbarcazioni, comprensivo di antenna radar navigatore, tipicamente utilizzato dai trafficanti di droga per garantire la sicurezza della navigazione da ogni punto di vista durante i trasporti di sostanza stupefacente in mare.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI