Ombre nere si allungano a Trezzo sull’Adda. L’inchiesta della Digos di Enna  sulla nascita di un partito neonazista coinvolge un ex candidato alle Comunali nel 2009.

Un neonazista candidato a Trezzo sull’Adda

Dopo Pozzo d’Adda, l’operazione Ombre nere arriva anche a Trezzo sull’Adda, indagando un ex candidato consigliere alle Comunali. Fra i diciannove militanti di estrema destra controllati dalla Digos di Enna (che ha agito su ordine della Procura di Caltanissetta e della Direzione antimafia) per costituzione e partecipazione ad associazione eversiva e istigazione a delinquere, che volevano costituire un movimento d’ispirazione apertamente filonazista, xenofoba e antisemita denominato «Partito Nazionalsocialista italiano dei lavoratori», c’è anche un uomo che nel 2009, a trentasei anni si candidò alle elezioni Comunali di Trezzo nella lista Fiamma tricolore. Si tratta di Omar Franco Tonani, 47enne operaio che vive in centro a Rivolta d’Adda con la famiglia. Difficile non notarlo, rasato e coperto di tatuaggi anche in viso, è incensurato e in paese dicono che non ha mai avuto un problemi con nessuno.

Leggi anche:  Picchiavano i bambini che non volevano studiare la religione islamica

LEGGI ANCHE: Miss Hitler abita in riva all’Adda

L’articolo completo sul prossimo numero della Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 7 dicembre 2019 e nello sfogliabile online.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.