C’è stato un omicidio a Pandino oggi pomeriggio, venerdì, attorno alle 15.30. La vittima è Josè Martin Barrionuevo Diaz, un 43enne peruviano, ammazzato con tre colpi di pistola in un parcheggio, davanti agli occhi della sua compagna.

Omicidio a Pandino: tre spari da una moto

E’ accaduto attorno alle 15.30 in via Fontana 20, davanti a un  ristorante cinese. Sul posto ci sono i carabinieri, un’ambulanza, un’automedica e l’elisoccorso. Inutili i soccorsi.  Non sono ancora note le  generalità della vittima, che si trovava davanti al ristorante insieme alla compagna.

Morto sul colpo

Da una prima ricostruzione dei fatti sembra che tre colpi di arma da fuoco siano partiti da una moto con a bordo due persone che poi è fuggita.  La vittima, di origine peruviana, è morta sul colpo. Sul posto la Polizia stradale e i carabinieri di Crema. A chiamare aiuto è stata la compagna della vittima, che sotto shock, si è rivolta al personale del ristorante cinese. I due non erano clienti del ristorante e la titolare ha raccontato di non averli mai visti. Avrebbe sentito tre colpi “come petardi” ma non avrebbe dato peso alla cosa, fin quando ha sentito le urla della donna.

Leggi anche:  Estorsioni e intimidazioni ai bar, condannati due fratelli

Caccia all’uomo

La moto con il killer in sella, dopo l’esecuzione, è ripartita facendo perdere le sue tracce, i carabinieri stanno cercando di individuarla. Sul posto anche il pm Saccaro del Tribunale di Cremona.  Molti i curiosi arrivati sul posto.

“Perché non ha ucciso me?”

La compagna dell’uomo ucciso, sconvolta, potrebbe conoscere il killer. “Perché non ha ucciso me? Ha visto che eravamo felici…” continua a ripetere. Si starebbe quindi seguendo la pista passionale ma gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo.

Preso l’assassino

I carabinieri della Compagnia di Crema hanno rintracciato poco fa un uomo e lo hanno portato in Caserma. Sarebbe in stato di fermo indiziario. E’ un italiano residente in un Comune dell’Alto cremasco. Ad arrestarlo il Norm di Crema con i carabinieri di Pandino. L’uomo aveva imboccato la Paullese diretto a Milano. E’ stato fermato a Settala in un distributore di benzina.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI