Il Comune ha contributo con oltre 400mila euro alla costruzione della palestra. Ma dato che è di Città metropolitana l’Amministrazione non può utilizzarla come vorrebbe.

Palestra, vietato l’uso

La palestra del Bellisario di Inzago è in capo a Città metropolitana e il Comune non può disporne come vorrebbe. Sia chiaro, però, l’Amministrazione la prenderebbe in carico, ma solo se prima l’ente milanese sistemasse tutte le magagne. Eppure quest’ultimo ha un debito di 130mila euro per l’utilizzo dei campi polivalenti nei confronti del Municipio. Non solo, per la costruzione dell’edificio dell’Istituto superiore l’allora Giunta sborsò oltre 400mila euro di contributo.

Problemi di spazio

L’utilizzo della struttura del Bellisario potrebbe aiutare molto le associazioni sportive locali, al momento “strette” tra l’edificio di via Brambilla e il Centro sportivo di via Boccaccio. Quest’ultimo, tra l’altro, sarà oggetto di un completo intervento di sistemazione. Nel frattempo le società dove andranno ad allenarsi?
Tutti i dettagli sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola e online da sabato 15 dicembre.

Leggi anche:  Doppia rapina in sala slot

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.