Aveva contratto un debito con due spacciatori, che lo hanno più volte minacciato e non hanno esitato a picchiarlo, mandandolo in ospedale. E alla fine li ha fatti arrestare.

Debito con gli spacciatori

Protagonista uno studente universitario segratese, vittima di due pusher, con i quali aveva contratto un debito da seimila euro per l’acquisto di alcune dosi di cocaina. Il giovane, però, non era riuscito a pagare e gli spacciatori, un 25enne marocchino e un 24enne albanese, insieme a un italiano 22enne, autore di alcune telefonate minatorie, avevano iniziato a pressarlo.

Il pestaggio e la denuncia

A fine febbraio il segratese era stato picchiato selvaggiamente, finendo in ospedale. Ma i pusher non si erano fermati e avevano continuato a minacciarlo, anche di ritorsioni contro la famiglie. A quel punto il giovane ha presentato denuncia presso la stazione dei carabinieri. I militari sono intervenuti e sono riusciti a mettere le manette ai polsi ai pusher.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI