Due poliziotti aggrediti fuori dalla stazione ferroviaria. L’ultimo episodio si è verificato a Pioltello, e dalla Regione lanciano l’allarme sicurezza.

Poliziotti aggrediti a Pioltello

“Nonostante le energie messe in campo da Regione Lombardia, risulta del tutto insufficiente il numero di unità operative della Polizia ferroviari in servizio su tutta la linea regionale della Lombardia”. Lo dichiara l’assessore  regionale a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale Riccardo De  Corato commentando “l’ennesima aggressione ai danni di due rappresentanti delle Forze dell’ordine avvenuta venerdì scorso  fuori dalla stazione di Pioltello a  opera di un immigrato con precedenti”.

Carenza d’organico

“Un fatto  che dimostra come  esista un serio problema di carenza di organico – prosegue De Corato –  La rete ferroviaria regionale, compresa quella di Trenord, si sviluppa, infatti, su un percorso di 1.900 km e conta circa 200.000.000 di viaggiatori all’anno, con un passaggio di 2.256 treni al giorno. Le stazioni ferroviarie  operative in Lombardia sono ben 296. I dati ufficiali forniti da Focal Point Security riferiscono che nel 2016 si sono verificati 2.101  eventi criminosi e microcriminali, di cui 708 in danno ai viaggiatori e al personale di bordo”.

Leggi anche:  Evento violento, alcol e malori SIRENE DI NOTTE

Le linee più a rischio

I dati parziali relativi al 2017 confermano, poi, che le linee più a rischio, anche in quanto maggiormente frequentate, sono la S9 (Saronno-Seregno-Milano-Albairate), la S8 (Milano-Carnate-Lecco), la S7 (Lecco-Molteno-Monza-Milano) e la Milano-Carnate-Bergamo, che interessano il territorio di Monza e Brianza. Le 80 unità attualmente in servizio alla Polfer, come emerso nel corso di una riunione del Comitato per la Sicurezza presso la Prefettura di Lecco  sono del tutto insufficienti ad affrontare le tante criticità, soprattutto calcolando le migliaia di eventi criminosi e l’estensione della rete, oltre al numero di stazioni ferroviarie e di viaggiatori”

Proprio oggi pomeriggio a Monza in una maxi-rissa davanti alla stazione ferroviaria è rimasto coinvolto anche un collega del Giornale di Monza, che stava documentando l’accaduto

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI