Stamattina sopralluogo di Ats, Arpa e Vigili del Fuoco nella ex Itam di Pioltello, l’azienda abbandonata nel cuore di Seggiano posta sotto sequestro dai carabinieri. In ballo la caratterizzazione dei rifiuti abbandonati e dei materiali pericolosi all’interno del capannone.

Rifiuti abbandonati intervengono le agenzie di tutela

Secondo capitolo di una vicenda iniziata due settimane fa, venerdì 10 maggio, quando i carabinieri della Tenenza di Pioltello sono intervenuti per mettere i sigilli agli stabilimenti della Tailor Industry (ex Itam) di via del Santuario. Oggi, lunedì 20 maggio, sono tornati sul posto su mandato della Procura di Milano. Ad accompagnarli le agenzie che si occupano di rifiuti e di tutela della salute per caratterizzare i rifiuti e presentare un verbale di sopralluogo.

Rilevazioni ambientali

I tecnici di Arpa Lombardia hanno effettuato una serie di campionature sui materiali abbandonati all’interno del perimetro dell’azienda. Rifiuti, ma non solo. L’attenzione si è concentrata anche sui resti di lavorazione e sulle strutture rovinate dal tempo e dall’abbandono. Insieme a loro anche i tecnici di Ats che si occupano di igiene pubblica. A loro il compito di verificare la presenza di amianto e particolari problemi per la salute dei cittadini (leggasi presenza di topi e roditori).

Leggi anche:  Annegati nell'Adda, anche quest'estate è una strage INTERVISTA

Ora l’emissione di un’ordinanza

Il sopralluogo è un primo passaggio che dovrebbe portare all’emissione di un’ordinanza da parte del Comune per richiedere ai curatori fallimentari che stanno seguendo la vicenda di procedere alla bonifica. A cominciare dalla messa in sicurezza dell’intera area, cosparsa di tombini aperti e pezzi di lamiere pericolanti. Una volta emessa l’ordinanza, la palla passerà ai curatori fallimentari che saranno chiamati a procedere con la rimozione dei rifiuti e in particolare con la valutazione dello stato delle coperture in amianto.

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.